Il Portogallo è quel paese…

Il Portogallo è quel paese dove nel reparto ortofrutta non si usano i guanti,

dove è più facile trovare uno yogurt al gusto melagrano e mirtillo che al naturale senza latte in polvere,

dove ti vendono le buste di aglio a spicchi surgelato,

dove l’Algida si chiama Olá,

dove non è così strano mangiare da soli al ristorante,

dove sono più importanti le proteine che i carboidrati, infatti riso e patate sono  d’accompagnamento a Pesce e Carne,

dove trovi i bottiglioni d’acqua da 6 litri,

dove il pesce in scatola è cibo nazionale,

dove la zuppa è mangiata anche in estate,

dove il Sidro di Mela è diffuso come la Coca,

dove la birra è anche da 0.20Lt,

dove la pizza può essere piccola, media o grande,

dove il caffè macchiato puoi chiederlo in tre modi,

dove nell’insalata vedi la cipolla a crudo,

dove la birra non si beve con la pizza,

dove nello scontrino della spesa gli articoli sono divisi per categoria merceologica,

dove fai fatica a trovare il burro senza sale,

dove le patatine fritte presenziano nei piatti principali,

dove con 2.50€ ci si fa colazione,

Dove al supermercato le cassiere di aiutano a riempire la spesa nel sacchetto,

dove usare le patatine in busta per preparare un piatto può capitare e non è un’eresia,

dove l’uovo al tegamino è messo sopra la fettina di carne.

food

 

 

 

 

 

Advertisements

Caramelle dagli Sconosciuti

Metro Lisbona. Linea Gialla.

Ore 19.20 circa.

Vedo un uomo anziano prendere posto davanti a me.

E’ insieme ad una signora.

Si siede con fare un poco grezzo, parla con un tono leggermente alto.

Tutti mi appare alquanto sgangherato.

Non riconosco la lingua, anche se a tratti qualche suono mi richiama il portoghese.

Cerca nel borsello una confezione, di quelle, che mi sembrano caramelle. L’involucro è di un rosso gracchiante.

Lo guardo fugacemente mentre le porge alla signora insieme a lui.

“Immaginati se adesso le offrisse anche a me”.

Come letta nel pensiero, lo vedo girarsi verso di me invitandomi a cogliere il suo semplice e dolce dono.

SONO ATTONITA.

Per istinto e forse anche per insegnamenti infantili diventati schemi mentali, rifiuto.

Ma tirando fuori un sorriso che mi schiaccia la faccia.

Finisce la nostra conversazione.

Rompere i muri invisibili di quella indifferenza partorita da una aggregazione di persone, derivante per di più dalla casualità e dalla condivisione di un obiettivo comune per breve tempo (arrivare dal punto A al punto B). Tutto ciò non basta però a creare collettività e vicinanza.

Come ovvio che sia.

A volte però è così esasperante.

 

Quell’uomo è entrato in una cantina buia con una torcia accesa.

 

Il Lambrusco nella G.D.O portoghese

PIC_1209

Il nostro Lambrusco lo troviamo subito all’entrata del punto vendita, in una super offerta a 1.99€.

Ammetto che il Lambrusco bianco non l’avevo mai visto prima.

 

Siamo nell’insegna Continente, prima catena di ipermercati sviluppatasi in Portogallo.Resultado de imagem para continente

5456348

↑ Questa l’etichetta

Il produttore non è dato sapere,  è indicato solo il distributore.

Indicato per accompagnare cibo italiano, come la salsa alla bolognese. O con carne bianca grigliata, come il pollo.

 

 

PIC_1211

Bem-vinda em Portugal! 

E si inizia con il Caldo Verde.

No. Non è un modo colorato per parlare della canicola estiva, ma ci riferiamo alla famosa zuppa portoghese servita come antipasto.

Originaria del Nord, nel settembre 2011 viene eletta come una delle 7 Meraviglie Gastronomiche del paese.

Patate, cipolla, acqua, olio, qualche spicchio d’aglio non invasivo e il prodotto principe: il couve galega una verdura della famiglia dei cavoli, tagliata a strisce sottili.

In una variante possiamo trovare al suo interno delle fette di chorizo, salame piccante a base di carne di maiale tritata.

Costo? Poco meno di 3 euro da Portvgália, cervejaria (da cerveja: birra) dove puoi sia assaporare la birra di loro produzione e mangiare piatti tipici.

Fonti attendibili riferiscono che oltre al Caldo Verde, è periodo anche di sardine.

Bé..non me lo farò dire due volte.